Il significato di eudaimonia

Noi traduciamo il termine eudaimonia con “felicità”, ma il sostantivo italiano rende solo in modo parziale il valore di quello greco, parzialmente diverso in significato. Eudaimonia è infatti composto da eu, che significa “bene”, e da daimon, “demone”, e letteralmente significa “essere in compagnia di un buon demone“; ciò denota insomma una condizione complessiva di benessere, quale può essere garantito da una sorte propizia. Ma in che cosa consistono, concretamente, felicità e benessere? Per rispondere, Aristotele esamina le nozioni più comuni di felicità disponibili all’epoca.

(altro…)

Mi basterebbe essere padre di una buona idea…

(altro…)

“Now if you are going to win any battle you have to do one thing. You have to make the mind run the body. Never let the body tell the mind what to do. The body will always give up. It is always tired in the morning, noon, and night. But the body is never tired if the mind is not tired.”

(altro…)

A volte il treno sbagliato

(altro…)

“Avete a disposizione un tempo limitato, dunque non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro. Non lasciatevi intrappolare dai dogmi, che vi portano a vivere secondo il pensiero altrui.

(altro…)

La teoria‬ è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica‬ è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c’è niente che funzioni… e nessuno sa il perché‬!

(altro…)

Non esiste nulla che non arrivi da qualcosa, tutti siamo collage delle componenti che abbiamo deciso di accogliere nella nostra vita. Modi di dire, pensieri, un certo modo di acconciare i capelli o il magnifico ricciolo con cui concludiamo la nostra firma: tutto arriva da qualcosa o da qualcuno.

(altro…)

Facciamo finta che io sono un Re
che questa è una spada e tu sei un soldato.
Facciamo finta che io mi addormento
E quando mi sveglio è tutto passato.

(altro…)

Così come in algebra‬ due affermazioni false ne danno una vera, così spero che il prodotto dei miei insuccessi si concluda con un successo‬.

(altro…)

Supponiamo che ad un uomo piacciano le fragole e ad un altro no; sotto quale aspetto quest’ultimo è superiore? Non vi è alcuna prova astratta e impersonale che le fragole siano buone, né che siano cattive.

(altro…)