La conquista della felicità

Supponiamo che ad un uomo piacciano le fragole e ad un altro no; sotto quale aspetto quest’ultimo è superiore? Non vi è alcuna prova astratta e impersonale che le fragole siano buone, né che siano cattive.

Per l’uomo a cui piacciono sono buone; per l’uomo a cui non piacciono non lo sono. Ma l’uomo a cui piacciono conosce un piacere che l’altro non conosce; sotto questo riguardo la sua vita e più piacevole. Più sono le cose alle quali un uomo si interessa, e maggiori occasioni di felicità egli ha, e tanto meno è in balia del destino, poiché se perde una cosa può ripiegare su di un’altra.

Fate in modo che i vostri interessi siano il più possibile numerosi e che le vostre reazioni alle cose e alle persone che vi interessano siano il più possibile cordiali anziché ostili.

Bertrand Russell

La conquista della felicità

La conquista della felicità